Il blog dedicato alla dipendenza affettiva

Arte e Terapia Testimonianze

Arpa-terapia: il suono che raggiunge il cuore

13 febbraio 2018

Il mio incontro con l’Arpa

Ho sempre amato la musica e sin da piccola mi sono dedicata con passione al pianoforte, un meraviglioso strumento che connette i due opposti, che sa essere delicato ma anche intenso e imponente. Il suo studio mi ha affascinato per lungo tempo, ma quando ho conosciuto l’Arpa Celtica sono stata letteralmente rapita.

Il nostro incontro risale a circa quattro anni fa. In quel periodo avevo smesso completamente di suonare poiché ero entrata in una fase della mia vita piuttosto complessa: la menopausa. Un vero sconvolgimento fisico ed emozionale mi stava attraversando, e contemporaneamente la morte improvvisa di mio padre mi aveva lasciato priva di energia.

Mi sentivo completamente spenta.

Finché una sera fui invitata da un’amica ad assistere ad uno spettacolo di musica celtica ed ebbi la fortuna di sedere proprio di fronte all’arpista, una ragazza bretone, bravissima.

Per tutta la durata del concerto, la mia attenzione fu catturata dal suono melodioso del suo strumento. Le mani della ragazza, pizzicando le corde, disegnavano nell’aria cerchi di magia, e le corde, vibrando, toccavano nel profondo la mia anima. Ricordo ancora l’emozione che provai, tanto da piangere per la gioia.

L’Arpa come strumento terapeutico per me stessa

Quella sera avevo compreso che l’Arpa doveva assolutamente entrare nella mia vita.

E così è stato. Ho preso lezioni per qualche mese e quando la tristezza e il Vuoto si facevano sentire ecco che c’era lei, la mia amata, dolcissima amica, che mi chiamava a sé.

Insieme ad una terapeuta ho lavorato in questi anni sul mio disagio, ritrovando grande pace ed ora io e la mia arpa siamo indivisibili e possiamo donare amore e gioia a chi ascolta.

L’Arpa-Terapia

La musica dell’Arpa nasce dal cuore e, quando, ad esempio, suono in pubblico, durante serate di meditazione, non ho bisogno di spartiti, perché lei è lì dentro di me, mentre io sono semplicemente un canale di trasmissione

L’Arpa-Terapia, cioè il suono dell’arpa dal vivo, viene utilizzata per curare diverse patologie e per migliorare lo stato psico-fisico degli anziani nelle case di cura e dei malati negli ospedali, perché il vibrare delle corde contribuisce a migliorare gli stati di ansia dovuti al dolore fisico.
Il suono avvolgente raggiunge il cuore, e la mente viaggia su note antiche, donando pace interiore e amore. Nella mia musica c’è proprio questo: la volontà di portare equilibrio in me per poter donare al prossimo la mia parte migliore, la mia essenza.

Mi presento

Per qualche anno ho collaborato con un gruppo musicale realizzando un repertorio irlandese e celtico. Con loro ho girato diverse terre medievali ed ora, conclusa questa esperienza, accompagno, con l’arpa, letture e spettacoli per bambini, e realizzo progetti musicali e creativi nelle scuole formiginesi.

Nel mio futuro prossimo c’è anche un CD, in collaborazione con una scrittrice di filastrocche per bambini.

Ho conosciuto Maria Chiara Gritti, grazie al suo libro “La principessa che aveva fame d’amore” e la collaborazione a questo blog, giunta inaspettatamente, è fonte per me di grande soddisfazione.

La considero parte del mio percorso di evoluzione che, sono certa, contemplerà, sempre di più, la cura delle persone attraverso il suono.

Per me l’Arpa ha davvero un’anima. La considero una fonte di guarigione inesauribile e un incontro… che mi ha cambiato la vita.


Ha sviluppato, nel tempo, il suo grande amore per la musica. Pianista di nascita, nell'ultimo decennio ha indirizzato la sua formazione verso l'arpa celtica. Collabora con scuole, associazioni di volontariato, librerie specializzate e centri olistici per la realizzazione di progetti musicali e artistico-creativi. Vive in provincia di Modena ed ha tre figli.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *