Il blog dedicato alla dipendenza affettiva

Arte e Terapia

Piccola Anima: la paura di credere all’amore

7 marzo 2018

Voglio condividere con voi il significato della canzone “Piccola Anima” di Ermal Meta ft. Elisa che racconta la storia di un uomo che ama sinceramente una donna che, tuttavia, a causa delle proprie ferite, non riesce ad aprirsi nuovamente all’amore, perché ha paura di credere nell’amore. In alto potete guardare il video ufficiale della canzone.

Ho scelto questo brano perché mostra l’amore puro di uomo nei confronti di una donna con il cuore lacerato, che la portano ad usare delle difese eccessive, impedendosi di vivere l’amore ritrovato.

La comprensione e la dolcezza di lui forse aiuteranno lei nel non perseverare nel sabotaggio della propria vita, privandosi della possibilità di amare e di lasciarsi amare.

La paura di credere ancora nell’amore e la difesa dell’evitamento

La canzone inizia introducendo la fuga di lei di fronte all’amore di lui:

“Piccola anima, che fuggi come se fossi un passero, spaventato a morte”.

Lui comprende che lei vuole proteggersi, tramite l’evitamento, proprio perché conosce quella paura:

“Qualcuno è qui per te, se guardi bene ce l’hai di fronte, fugge anche lui per non dover scappare […] Se parli piano, ti sento forte”.

Quello che la donna non ha ancora capito, è che questo uomo, per la prima volta, la comprende profondamente e le propone un amore sano

“Ti va di passeggiare insieme? Meriti del mondo ogni sua bellezza”

e non ha intenzione di ferirla né di deluderla

“Dicono che non c’è niente di più fragile di una promessa, ed io non te ne farò nemmeno una”

Lui le offre un modo nuovo di amarsi, un modo privo di vincoli e promesse, di aspettative e di doveri – intesi come catene – che impoveriscono la crescita e limitano la libertà di essere se stessi.

Lui è consapevole che

“È l’amore che ti tiene in vita”

e vede il potenziale di questa donna che desidera amare ma ha paura di credere nuovamente nell’amore.

Lei non vuole perdere gli equilibri interiori che, con fatica, ha riconquistato

“Innamorata e sola, quell’uomo infame non ti ha mai capita”

L’amore sano è svincolato dagli schemi e dalle impalcature,

“Quello che voglio io da te non lo so spiegare”

Infatti, il protagonista non sa spiegare a cosa ambisce, poiché desidera solamente conoscerla e passeggiare, nella freschezza del cuore, condividendo la vita e l’amore.


Curatrice della Sezione "Arte e Terapia". Cantante e compositrice, ha frequentato il Conservatorio specializzandosi in canto lirico. Nella Musica ha scoperto la propria forma d'arte ma soprattutto d'espressione, potendo dare, tramite la composizione, una vera voce alle proprie emozioni. La Musica è generosa con chi sa ascoltare. Amo nutrire la mia anima camminando nel cuore, che batte al ritmo della vita e danza esprimendo gioia e libertà. Canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCG_2yyIP6eqGsaM3QKzDvBA/videos



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.