Il blog dedicato alla dipendenza affettiva

Arte e Terapia Dipendenza Affettiva

Amore Dannato di Paola Massari e la Dipendenza Affettiva

23 luglio 2018

Con il consenso dell’artista e cantautrice Paola Massari (per maggiori informazioni clicca qui), abbiamo deciso di commentare un suo brano “Amore dannato” in quanto si tratta di un testo illuminante e assolutamente pertinente rispetto alla tematica della Dipendenza affettiva.

Andiamo a capire, attraverso il bellissimo testo di “Amore dannato”, cos’è la Dipendenza Affettiva e quali sono le dinamiche che si instaurano fra gli amanti.

L’amore dannato della Dipendente Affettiva

Il brano racconta la storia di una donna che dopo tanto patire si rende conto di essersi innamorata della persona sbagliata. Capendo infine che un amore dannato equivale a un non amore, perché

“Se tu l’ami una donna, la porti a vedere il mare.”

Ognuno di noi intraprende una nuova relazione nella speranza che sia quella giusta. Questa idea di amore salvifico, ovvero, di amore che finalmente ci farà stare bene, è il primo passo falso della Dipendente affettiva.

L’idealizzazione dell’amore comporta l’idealizzazione del partner. In questo modo, la Dipendente è incapace di valutare realmente la persona che ha di fronte. Finisce così per creare un’immagine falsata dell’altro, che la porta ad accettare soprusi e ingiustizie, in virtù della classica convinzione il mio amore lo cambierà.

Sessualità uguale amore?

Nel brano, la protagonista dice:

“Cosa credevi che fossi, fatta soltanto di sesso?”

Spesso accade che la Dipendente, avendo bisogno di contatto, si accontenti di un amore briciola, un amore fatto di poche attenzioni, o addirittura del ruolo di amante.

“E a chi la racconterai la nostra storia d’amore? / Non ti chiedevo la luna… / Pensare a un figlio, a un
futuro, questo non era concesso / Che mi sarebbe piaciuto vivere anche di niente, per te”.

Coazione a ripetere

La coazione a ripetere indica la tendenza inconscia a riproporre situazioni sentimentali dolorose.

La Dipendente affettiva, involontariamente, è attratta dalla tipologia di partner narcisista.

“E con le tue foto in mano, ci ho fatto pure mattina, invece tu lo sai bene, come si stacca la spina”.

Un tipo di partner che tende a sminuirla:

“Come distruggermi sempre, qualunque cosa io faccia”

che le usa violenza psicologica per indebolirne l’autostima e l’amor proprio

“E come farmi sbagliare per dopo darmi la caccia”.

La Dipendente non ha gli strumenti per analizzare la situazione, essendone troppo coinvolta e, purtroppo, l’effetto yo-yo emotivo non fa altro che convincerla del fatto che per meritare amore, lei debba fare di più

“E non andavo a dormire per continuare a pensarti, per inventare altre mille cose nuove da darti”.

Prosegui l’articolo per sapere quando e come dire basta a questo amore dannato e leggere il consiglio della “Rubrica della Canzone” sul tema di oggi. Clicca il link sotto e buona lettura!

Curatrice della Sezione "Arte e Terapia". Cantante e compositrice, ha frequentato il Conservatorio specializzandosi in canto lirico. Nella Musica ha scoperto la propria forma d'arte ma soprattutto d'espressione, potendo dare, tramite la composizione, una vera voce alle proprie emozioni. La Musica è generosa con chi sa ascoltare. Amo nutrire la mia anima camminando nel cuore, che batte al ritmo della vita e danza esprimendo gioia e libertà. Canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCG_2yyIP6eqGsaM3QKzDvBA/videos



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.